Vamos a Madrid
(pubblicato in L'editoriale del Presidente il 30-04-2010 alle 15:06)

Vamos a Madrid

Carissimi stremati Amici Nerazzurri,
vi scrivo solo oggi il consueto editoriale dedicato ai momenti importanti della nostra squadra perchè ieri dovevo assolutamente recuperare le energie bruciate la sera precedente.

Come tanti di voi ho vissuto la partita di Barcellona in uno stato di tensione immensa, al punto che alla fine ero letteralmente spossato.

In ogni caso sarei disposto a compiere anche le 12 fatiche di Ercole pur di arrivare alla sognata Coppa, quindi Adelante Amigos...

Mercoledì sera da Victor era tutto pronto...il locare addobbato da Elio come un altare pagano proponeva nastri rossi con ferri di cavallo annessi, mucchietti di sale sparsi con sapienza per allontanare i malefici influssi dei gufacci juventini e milanisti e stelline propiziatorie appoggiate qua e la secondo una logica esoterica di comprovata efficacia.

Il pre-partita era comunque nervoso, Elio era poco propenso a ricevere battute, soprattutto dai non interisti e caricava gli spettatori suonando ripetutamente la haka, antica danza mahori utilizzata di mitici hall black's prima delle partite. Scendono in campo le squadre ed ecco che a tutto volume parte l'inno di Mameli...a questo punto siamo tutti pronti, anche alla morte....

La partita è stata intensa e la tenacia dei nostri ragazzi in campo è stata davvero commovente, così come la perfezione tattica che ha imbrigliato le trame dei palleggiatori spagnoli.

Al gol del Barcellona lo stomaco degli spettatori si è contorto al punto tale che neppure le bollicine di Franciacorta riuscivano più a transitare...la crema catalana appoggiata sul tavolo ci guardava minacciosa ma un mantra silenzioso ripetuto dai milioni di interisti di fronte alla TV in quel momento recitava: ce la facciamo, ce la facciamo, ce la facciamo.....

E al 94° la gioia è esplosa, la tensione si è sciolta, lo stomaco pure e il Franciacorta ha cominciato a spumeggiare ovunque, soprattutto sulla testa dei Clienti di Elio!!

La crema catalana si è squagliata con le nostre lacrime di gioia e Max, in diretta telefonica dal Camp Nuou, raccontava gli episodi di maleducazione e inciviltà degli spagnoli che per una volta tanto dimostrano la loro miseria e piccolezza.

Tutto il resto e gioia e mi vien da cantare: vamos a Madrid ho ho ho ho ho, vamos a Madrid ho ho ho ho...

FORZA INTER!!!!!

P.S. Alla faccia del mal di pancia di Ibra.....

Lascia un commento!

Nome:
Email:
Commento:
Inserire il codice riportato qui sotto:

interclub

Archivi

newsletter

email:
Nome:
Formato: